it Italiano
X
en Englishfr Françaisde Deutschit Italianoru Русский
> Selvaggio Blu - Guida Alpina Marco Iovenitti

Il Selvaggio Blu è un trekking unico nel suo genere perché il suo percorso si snoda contemporaneamente tra mare e montagna in uno dei territori più incontaminati del Mediterraneo.
È considerato uno dei trekking italiani più difficili, per lunghezza, isolamento e difficoltà tecniche, e di sicuro è unico per le sue caratteristiche e bellezza. In 5 giorni di cammino, arrampicate e calate in corda si percorre un tratto di costa sarda selvaggio e suggestivo dove il mare ci accompagnerà di continuo con il suo magico colore blu.


Mountain guide

Marco Iovenitti

Condivido la mia passione con i clienti, aiutandoli a raggiungere i loro sogni e obiettivi alpinistici.


Nationality
Italian

Languages
English - Italian

OBIETTIVO:


Traversata senza punti d’appoggio dove è necessaria la completa autonomia alimentare e idrica del gruppo. Si incontrano qualche tratto di facile arrampicata e alcune discese in corda doppia. I dislivelli non sono eccessivi, ma l’asperità del terreno e le difficoltà d’orientamento fanno si che le tappe non siano mai brevi. Depositi di cibo e acqua saranno predisposti precedentemente (da 2 gg prima) lungo il percorso dalla guida. Il Selvaggio Blu si snoda lungo la costa di Baunei per oltre 40 km, nel territorio del Supramonte Baunese, una delle aree più intatte del Mediterraneo. Ideato e sviluppato alla fine degli anni ’80 dall’alpinista Mario Verin e dall’appassionato locale Peppino Cicalò, l’itinerario percorre esili sentieri di pastori, iscalas de fustes (passerelle di tronchi) su precipizi vertiginosi a picco sul mare, mulattiere di carbonai che si perdono nella macchia in un ambiente unico e suggestivo.

PROGRAMMA:


Il programma prevede pernottamenti alla «belle etoile», in altre parole bivacchi senza tenda o ricovero.

• Primo Giorno: viaggio verso Santa Maria Naverrese, sistemazione in B&B e Cena
• Secondo Giorno: Santa Maria – Pedralonga – Cuile Us’piggius (ca. 6/7 ore, 8km, 690 m. d+)
• Terzo Giorno: Cuile Su Idileddu – Portu Cuau (ca. 6/7 ore, 7km 210 m. d+).
• Quarto Giorno: Portu. Cuau – Cala Goloritzé – altipiano S’Arcu e Su Tasaru (ca. 9 ore, 9 km, 1000 m. d+).
• Quinto Giorno: S’Arcu e Su Tasaru – Ololbizzi (ca. 8 ore, 7km 600 m. d+).
• Sesto Giorno: Ololbizzi – Cala Sisine (ca. 7 ore, 6km 500 m. d+). All’arrivo a Cala Sisine, sosta in spiaggia e rientro in gommone al porto di Santa Maria Navarrese. Sistemazione in B&B e Cena.
• Settimo Giorno: Colazione e viaggio di ritorno

it Italiano
X